Cerca in questo blog

1 novembre 2010

Rome Startup Weekend - Riflessioni

Ieri si è conclusa l'edizione Romana della Startup Weekend che ha visto il nostro progetto "QuickJobs" come vincitore.

Brevemente: si tratta di passare 2 giorni insieme ad un team che si forma spontaneamente per generare una startup. Le idee di ciascun startupper vengono presentate all'inizio in 60 secondi circa (chiamato "Pitch"). Poi avviene una votazione delle 3 idee che ti hanno colpito di più. Poi ti candidi per lavorare insieme al tuo startupper prescelto, dichiarando le tue competenze principali e in che modo puoi contribuire al gruppo. Inizi il lavoro di gruppo e alla fine del weekend mostrerai a tutti la tua idea possibilmente realizzata e conclusa. Una giuria vota e decide il vincitore della Startup Weekend.

Ma non sono qui per dire cosa è stato fatto, per quello vi rimando all' ottimo post di Nicola Mattina che descrive tutto quanto svolto in questi due giorni nei suoi appunti.

Invece vorrei spendere qualche parolina per il mio gruppo di lavoro che è riuscito a rendere questi due giorni un esperienza indimenticabile per me.

Inialmente non sapevo bene cosa fosse, spinto forse dalla curiosità che ruota intorno a questi eventi. In questi due giorni ho avuto la possibilità di collaborare, conoscere, confrontarmi, chiedere aiuto, consigli e spiegazioni a queste persone che insieme hanno formato un bellissimo team di lavoro.
Devo dire grazie a tutti quanti per avermi dato questa possibilità. E' stato interessante lavorare con voi, anche se per due giorni appena, anche se non ci conoscevamo prima è stata un occasione preziosa per me che vivo tutto questo come una passione.

QuickJobs è il vincitore, al di là dell'ottima idea di Giuliano, proprio perchè composto da persone speciali, aperti al dialogo e veramente competenti.

Ringrazio quindi tutto il fantastico team composto da Leonardo Pellicciotta, Andrea Torre, Fabio Lalli, Alisa Puracchio, Gabriele Pannacci, Andrea Giannangelo, David Funaro, Cristiano Severini, Luca La Mesa, Stefania Nardo e infine Giuliano Iacobelli, che ringrazio perchè mi ha dato la possibilità di partecipare, di conoscerlo personalmente e devo dire è stato un onore per me lavorare insieme a lui.

Vi lascio il pitch finale di Giuliano che riassume un pò tutto il lavoro fatto e una demo davvero interessante, soprattutto per via del "marchingegno" creato per l'occasione.


Nessun commento: