Cerca in questo blog

10 giugno 2010

Microsoft Surface: nuovo mercato, nuovo prodotto.

Mentre stavo cercando la mission di Microsoft per pura curiosità e per puro interesse personale, mi sono perso in un prodotto che non conoscevo. In un'epoca in cui tutti gli occhi sono puntati su Apple e i suoi "magici" prodotti ecco che Microsoft ancora una volta mi stupisce. Le mie opinioni nei confronti dell'azienda sono positive solo nei confronti dei suoi prodotti HW. Credo fermamente che i sistemi Windows, che costituiscono il core dell'azienda, nonostante la notevole diffusione non servano a molto.

Ritornando alla mia scoperta, ho visto che tra i prodotti dell'azienda di Redmond c'è un prodotto di nome Surface. Clicco e vengo reindirizzato al sito del prodotto. Apro e scopro un mondo fantastico e soprattutto capisco che anche in Microsoft ci sono fermenti tecnologici molto interessanti. Si sono inventati una specie di tavolino da salotto con una superficie (di vetro credo) sulla quale puoi fare di tutto e con il semplice tocco della superficie. Dalla visualizzazione delle tue fotografie fino alla scrittura delle note personali. Ma non solo. Questo tavolo magico (è proprio il caso di dirlo), infatti, è in grado di fare cose abbastanza avanzate come ad esempio il riconoscimento degli oggetti che gli si vengono poggiati sopra. Strabiliante sembra anche essere la possibilità della comparazione degli oggetti (come ad esempio due telefonini).

Il sito è organizzato per aree tematiche e sembra che questo prodotto trovi il suo habitat presso albergatori, ristoranti, pub e anche presso l'Hard Rock Café.
Riporto le funzionalità rilasciate dall'azienda prese dal comunicato stampa on-line:

Surface computing, su cui Microsoft sta lavorando da diversi anni, include le seguenti funzionalità:
Interazione diretta: gli utenti possono “afferrare” le informazioni digitali con le loro mani, interagendo con i contenuti direttamente con gesti e contatti fisici, senza l’utilizzo di muose e tastiera;
Multi-touch: Surface computing riconosce più punti di contatto simultanei, non solo da un dito come un tradizionale touch-screen, ma da più di dieci oggetti contemporaneamente;
Multi-user: la forma orizzontale rende più facile per più persone sedersi intorno alla superficie contemporaneamente, permettendo un’esperienza collaborativa e faccia a faccia;
Obiect recognition: gli utenti possono appoggiare oggetti sulla superficie per richiedere differenti attività, tra cui il trasferimento di contenuti digitali. 

In realtà avevo visto qualcosa di simile al ForumPa 2010 presso lo stand della B! (una società romana operante nel settore dell'ICT) e avevo pure toccato con mano il loro prodotto dal nome Na-If. Sfortunatamente ho solo la loro brochure informativa e sul sito non sono riuscito a trovare migliori presentazioni di questo strabiliante prodotto.

Microsoft Surface è davvero incredibile. Giusto a titolo d'esempio ho visto un video in cui un tipo con la sua fotocamera (dotata di Geolocalizzazione delle foto) semplicemente appoggiandola sulla superficie, non solo riusciva immediatamente a visualizzare le foto in essa contenute, ma riusciva a posizionare le foto sulla mappa in base alla geolocalizzazione. Difficile da spiegare, meglio vedere.

Microsoft mi stupisce ogni giorno. Ma mi stupisce anche come mai Microsoft non sappia pubblicizzare (e quindi valorizzare) meglio questi prodotti a livello globale. Al di là o meno della commercializzazione worldwide non capisco perché queste splendide chicche aziendali e tecnologiche debbano rimanere dietro le quinte. 

Nessun commento: